Se non vuoi perderti nemmeno una ricetta unisciti al mio blog!

Stai cercando una ricetta?

Lisa

Benvenuti nella mia cucina!
Non c'è niente di più appagante che vedere i miei ospiti soddisfatti dopo aver mangiato uno dei miei piatti.

06/01/14

PANDORO

Pandoro Natale 2013
...E anche quest'anno ci siamo lasciati alle spalle gli addobbi e come ogni anno è arrivata la Befana che si è portata via tutte le feste....

Come sempre il mio periodo natalizio è stato denso di impegni e sono mancata dal blog ma per concludere in bellezza queste feste vi lascio una tra le ricette più famose e richieste: il Pandoro!

Questa è la seconda volta che lo faccio utilizzando questa ricetta e devo dire che mi trovo molto bene con i tempi di lavorazione e il risultato finale è parecchio soddisfacente.
L'unica nota che mi sento di sottolineare è che l'impasto durante la lavorazione resta molto umido e tende ad appiccicarsi alle mani che vanno di conseguenza tenute sempre molto unte di burro.

Per i tempi di lavorazione io inizio nel primo pomeriggio, la notte seguente passo alla lievitazione finale e cuocio il pandoro durante la mattinata seccessiva.

Procedimento:

---- Preparazione del Lievitino:

15 gr di lievito di birra fresco
60 gr di acqua tiepida
50 gr di farina manitoba
1 cucchiaio di zucchero
1 tuorlo

Preparare il lievitino sciogliendo il lievito in acqua tiepida, aggiungere lo zucchero, il tuorlo e la farina, lavorare bene e farlo raddoppiare in un luogo tiepido e al riparo dalle correnti d'aria per circa 60 minuti.

---- 1° Impasto:

200 gr di farina di manitoba

3 gr di lievito di birra
25 gr di zucchero
30 gr di burro
2 cucchiaini di acqua tiepida
1 uovo

Aggiungere al lievitino il lievito di birra sciolto nell'acqua, lo zucchero, la farina e l'uovo mescolare bene con forza, poi unire il burro a temperatura ambiente e lavorare finché non sarà bene amalgamato.
Coprire e far lievitare fino al raddoppio che sarà di circa 1 ora.

---- 2° Impasto:

200 gr di farina di manitoba
100 gr zucchero
2 uova
1 cucchiaino di sale
aroma vaniglia

Unire alla pasta lievitata le uova, lo zucchero, la farina, il sale e l'aroma vaniglia; lavorare fino ad ottenere un impasto ben amalgamato.
Schiacciare l'impasto, ripiegarlo su se stesso, metterlo in una ciotola unta con il burro e fare lievitare fino al raddoppio (per circa 1 ora e mezza).

Passato questo tempo mettere la ciotola in frigorifero per circa 40 minuti.

----  Ultima parte:

140 gr burro a temperatura ambiente

Rovesciare l'impasto sul tavolo, tirarlo con un mattarello formando un quadrato, distribuire al centro il burro a pezzettini, portare i quattro angoli al centro fissando la pasta e chiudendo all'interno il burro, spianare delicatamente in un rettangolo e piegare in tre.

Riposare 20 minuti, spianare di nuovo e piegare ancora in tre e far riposare nuovamente 20min.
Dare ancora una piega e riposare.

Dopo quest'ultimo riposo arrotondare l'impasto facendolo ruotare sul piano di lavoro e porlo in uno stampo a stella altro 19/20 cm unto di burro, mettendo la parte rotonda verso il fondo.

Coprire e lievitare finchè la cupola uscirà dal bordo (circa 12 ore in forno con la lucina accesa).

Infornare in modalità statica a 170°C per 15 minuti poi abbassare a 160°C e far cuocere per altri 45 minuti.
Una volta cotto sformare il pandoro e poggiare su una griglia fino al completo raffreddamento.

Spolverarlo con lo zucchero a velo e servire.


Buon appetito!




3 commenti:

  1. Ciao, grazie della visita e complimenti per l'ottimo risultato!!!
    Tantissimi auguri e buona continuazione!!!

    RispondiElimina
  2. Ciao Lisa, che bello questo pandoro, ma soprattutto sarà buonissimo!
    Proverò a farlo, anche se la mia vita turbolenta mi impedisce di curare una mia pasta madre. Ho visto che qui basta il lievitino, perciò penso che mi avventurerò nell'esperimento.
    Buon 2014!

    RispondiElimina
  3. HO provato pure io a fare il pandoro ma sinceramente il risultato non mi e' piaciuto....quest'anno non ci ho provato proprio!!!!Complimenti per il risultato ottenuto e grazie per essere passata!

    RispondiElimina

Grazie per essere passato da me!
La mia ricetta ti è piaciuta? Ti và di lasciare un segno del tuo passaggio?
I tuoi commenti fanno crescere il mio blog.